Connect with us

Basket

Zugno ad un passo, si allontana Nikolic, ma il 4 sarà italiano

Zugno ad un passo, si allontana Nikolic, ma il 4 sarà italiano

Step by step prosegue la marcia di avvicinamento al prossimo campionato , che con ogni probabilità vedrà la Kienergia , tornare nella seconda serie nazionale. Ieri una deadline importante per la presentazione dell’iscrizione, l’iter prosegue a fari spenti ma con un lavoro incessante da parte del club.

ZUGNO VICINISSIMO — Lavoro che interessa in maniera parallela anche il mercato. Allestire un roster competitivo per ben figurare in A2 è il primo obiettivo all’ordine del giorno. Sono giorni di fermento che interessano sia il Gm Martini, sia il tecnico Gabriele Ceccarelli che in tandem stanno disegnando la nuova Kienergia. Per la regia Ruben Zugno ormai è ben più che una semplice suggestione. Sarà lui il play titolare per la prossima stagione. Giocatore di esperienza, ottima visione ed affidabile tiro dal perimetro. Il profilo ideale a cui affidare le chiavi della squadra. Timperi sarà promosso in quintetto, un’occasione irripetibile per l’esterno di Pineto che si è meritato a suon di difesa ed atletismo questo riconoscimento. Una chiave tattica importante per la stagione. Sotto canestro, si allontana Bozzetto, finito nel mirino di Nardò, mentre il ritorno di Nikolic appare molto complesso. Il giocatore infatti è corteggiato da Cividale e potrebbe finire al nord. Rieti però ha intenzione di optare per un 4 italiano ed ha in piedi una trattativa molto ben avviata con un lungo che ha ben figurato quest’anno in A2, il cui nome viene tenuto però top secret.

IL CENTRO USA — A questo punto, se quest’ultima trattativa dovesse andare a buon fine,  tutto lascia pensare che i due americani verranno ingaggiati negli spot di guardia e di cinque, una novità assoluta per la Rieti sponda Npc in serie A2. Mai infatti la Kienergia aveva optato per il “centrone” a stelle e strisce in passato, anche se Sims poteva giocare su due ruoli. Quasi fatta anche per il ritorno di Nonkovic, da under sotto ai tabelloni. Manca ora il backup dei lunghi , ed il play under. Si lavora per Saladini ma non si escludono sorprese.

8,457 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Basket