Connect with us

Calcio

Il Rieti verso il fallimento: quale sarà il futuro?

Il Rieti verso il fallimento: quale sarà il futuro?

Il fallimento del Rieti è sempre più vicino. Dopo 86 anni di storia il club amarantoceleste sembra destinato ad interrompere il suo cammino. Debiti, lodi e poi l’ultimo colpo di scena: la società venduta da Ferretti e De Martino a Maurizio Cannone per soli 100 euro. Quest’ultimo è noto alle cronache per il giro di droga del gruppo criminale di La Rustica capeggiato da Daniele Carlomosti, che portò Cannone (conosciuto come Fagiolo) al ricovero dopo un rapimento. Insomma una situazione che ha poco a che fare con il mondo del calcio e le speranze che il nuovo presidente possa investire sono davvero remote, anzi, parlando chiaramente, nulle. Il Rieti dunque non si iscriverà nel prossimo campionato di Serie D, ma quale sarà il futuro della prima squadra della città?

Dalle parti dello Scopigno, dopo alcuni movimenti tra aprile e maggio, regna la calma piatta. Fuori dallo stadio invece continuano gli incontri per capire il da farsi. La pista più calda resta quella di Andrea Fedeli. Il figlio dell’ex presidente amarantoceleste Franco era stato avvicinato al mondo del calcio reatino qualche mese fa per una possibile collaborazione in Promozione con Bf Sport. La trattativa non è mai decollata e il tutto sembrava essere svanito. Secondo indiscrezioni, invece, Fedeli non avrebbe mollato la pista Rieti. Negli ultimi giorni si sono riaccesi i contatti con il capoluogo sabino per capire cosa si potrebbe fare. La creazione di un nuovo club che riparta dall’Eccellenza l’ipotesi più probabile, ma è tutto in fase embrionale: seguiremo gli sviluppi nella solita lunga estate caldissima amarantoceleste.

12,855 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio