Connect with us

Basket

Alessandro Rossi vince la serie A2, il trionfo dell’eleganza e della competenza

Alessandro Rossi vince la serie A2, il trionfo dell’eleganza e della competenza

Se lo meritava davvero, per tutta la sfortuna avuta lo scorso anno, perché quella squadra lì non doveva proprio di retrocedere, sconfitta solo dal Covid e da un regolamento al limite del guardabile. E non è affatto un caso che il Karma a 365 giorni di distanza, gli abbia restituito con gli interessi quello che il campo gli aveva tolto.

LA CAVALCATA — Lui Alessandro Rossi, tecnico giovane under 40, elegante ed educato, ma soprattutto altamente preparato, è riuscito ad ottenere quello che in tanti avevano provato ad inseguire. La sua Scafati, dopo una cavalcata lunga un anno, sempre in vetta alla classifica, ieri in gara 5, ha battuto Cantù, non certamente una squadra qualsiasi , tornando nella massima serie , 14 anni dopo l’ultima volta. Ci era riuscito l’ultima volta Giorgio Valli, adesso è toccato a lui. Festeggia anche l’altro ex Npc Rino De Laurentiis, lo scorso anno affossato dal covid che ne ha compromesso il rendimento nello sfortunato playout perso contro Biella.

IL LAVORO PAGA — Applausi a scena aperta, per un’impresa vera e propria frutto del lavoro e della competenza ma anche di una squadra assemblata dallo stesso Rossi alla perfezione. Ora la serie A, un palcoscenico che Alessandro Rossi ha meritato sul campo, perché il lavoro paga sempre. Il prossimo anno una piccola parte della Rieti del basket sarà in A, grazie a lui, nato come tecnico proprio al PalaSojourner, in 8 anni tra vice e head coach. Tanta roba.

7,817 Visite totali, 10 visite odierne

Tutto su Basket