Connect with us

Calcio

Boccolini rischia, la società latita: il Rieti deve cambiare rotta

Boccolini rischia, la società latita: il Rieti deve cambiare rotta

Cambiare o non cambiare: questo è il dilemma. Il momento è difficile, sicuramente un periodo che in una stagione può capitare, ma a sorprendere è che in questo Rieti sembra che nessuno voglia metterci la faccia. Al momento l’unico ad essersi esposto è il tecnico Boccolini: si sa nel calcio paga sempre l’allenatore. Il giovane allenatore ex Viterbese dopo il match con la Pianese è apparso scuro in volto nella conferenza stampa post partita. Le tante preoccupazioni sono legate ad una posizione di classifica da brividi e una difesa completamente da registrare. Due problemi che dopo 7 giornate di campionato non possono lasciare dormire sonni tranquilli al mister.

LA SOCIETA’ – Dalla società non arriva alcun tipo di segnale. Dopo la presentazione nella sala consiliare del Comune, con quel “la Serie D ci sta stretta” da parte del consigliere Ferretti, la dirigenza ha perso due pezzi importanti per strada come Alan Ballatore e Franco Zavaglia e si è chiusa nelle sue stanze, non comunicando più con l’esterno. Al momento sembra davvero che la rosa sia lasciata sola a se stessa, eppure domenica il Rieti si gioca allo Scopigno una grossa fetta di credibilità. Vedremo cosa accadrà, è vero che paga sempre l’allenatore, Boccolini si sta caricando di responsabilità per tutti. Cambiare o non cambiare, questo è il dilemma, ma forse la società questa domanda non se la pone.

FOTO: Area Comunicazione FC Rieti

3,120 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio