Connect with us

Calcio

È tutto vero: il Rieti passa a Mauro Ferretti. Riccardo Curci saluta dopo 6 anni e una promozione in C

È tutto vero: il Rieti passa a Mauro Ferretti. Riccardo Curci saluta dopo 6 anni e una promozione in C

È tutto vero: il Football Club Rieti passa a Mauro Ferretti. Pochi minuti fa, a Roma, in uno studio notarile è stato firmato l’atto che consegna nelle mani dell’ex patron dell’Arezzo il 100% delle quote amarantocelesti. Finisce così, dopo 6 anni, la lunghissima storia d’amore tra Riccardo Curci e il suo Rieti, dopo aver conquistato una promozione in Serie C nella stagione 2017/18 e aver ripreso la sua stessa società dopo le cessioni fallite con Manthos Poulinakis e Italdiesel nella passata stagione.

NUOVA ERA – Inizia dunque oggi una nuova era per il Rieti calcio. Nei prossimi giorni poi ci sarà un nuovo consiglio d’amministrazione, e una volta depositato tutto alla Camera di Commercio di Rieti si conoscerà il nuovo asset, con tutti i nomi al posto giusto. Il primo tassello da mettere al proprio posto, però, sarà quello di concludere l’iscrizione alla prossima Serie D, con la documentazione che potrà essere inviata alla Lega entro giovedì prossimo, il 22.

Ma la nuova società è già da settimane che è al lavoro per programmare e iniziare con il piede giusto. A tal proposito, Mauro Ferretti ha deciso di affidare il ruolo di direttore generale a Franco Zavaglia. L’ex responsabile del Settore Giovanile della Viterbese, avrebbe individuato da giorni già due figure da mettere sotto contratto: allenatore e Team Manager.

LE FIGURE – Come anticipato, in questi ultimi giorni per la panchina – dopo che è stato sondato anche Fabrizio Ferazzoli – piace, e non poco, un nome su tutti: quello di Alessandro Boccolini. Lui sarebbe il giusto profilo che vuole la nuova società. Un allenatore giovane, già con esperienza, ha il giusto upgrade, e sa lavorare con i giovani vista la sua esperienza nell’Under 19 della Viterbese. Con lui in panchina anche il suo vice, ex difensore del Rieti, Leonardo Mencio. Per il ruolo da Team Manager il preferito rimane Alan Ballatore, altro ex Viterbese, con alle spalle anche una grande esperienza come preparatore dei portieri.

PRIMI COLLOQUI – Tornando al direttore, Zavaglia, circa 10 giorni fa ha iniziato i colloqui con i senatori dello spogliatoio. Giusto una chiacchiera per telefono, perché per oggi pomeriggio è previsto il primo faccia a faccia con il capitano, Fabrizio Tirelli. Un summit che dovrebbe avvenire allo Scopigno, per parlare di progetto, le ambizioni della nuova società, e ovviamente impostare un discorso sul futuro contratto.

Poi nelle prossime 24-48 ore ci sarà un incontro, sempre live, anche con Alessandro Marchi e Tiziano Tiraferri. Un segnale davvero importante quello di Zavaglia, che sin dai primi momenti come obiettivo si era posto quello di ripartire dallo zoccolo duro del Rieti. Una volta trovati tutti gli accordi con loro, sarà il turno dei giovani (Zona e Esposito su tutti), per decidere il loro futuro.

6,762 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio