Connect with us

Basket

Un fischio che farà discutere. Non c’è tempo per le recriminazioni, domani si torna in campo

Un fischio che farà discutere. Non c’è tempo per le recriminazioni, domani si torna in campo

Pochi secondi al termine. Rieti avanti di uno e palla in mano. Rimessa. Fallo in attacco di Piccoli. Dubbio, molto dubbio. Un fischio che farà discutere e che cambia clamorosamente l’inerzia di una partita dai due volti: primo tempo terribile, secondo in cui si è rivista la vera Kienergia.

L’ANALISI — Non basta però, perchè è Biella a festeggiare e riprendersi il fattore campo. Una punizione eccessivamente pesante che Rieti non meritava, soprattutto per quanto mostrato nei secondi 20 minuti di gioco, sia a livello difensivo che di voglia. Già si potrebbe discutere sul fallo di De Laurentiis su Carroll, che sarebbe comunque costato il pareggio, se l’ex Treviso non avesse fatto 2 su 3 dalla lunetta, figuriamoci sul bodycheck di Piccoli; se ne vedono a decine sulle rimesse, davvero una pessima chiamata da parte di Moretti, soprattutto in un momento chiave,  ed è strano, visto che da sempre è uno dei migliori in questa categoria. Se ne parlerà molto, anche se servirà a poco. La strada verso la salvezza ora diventa in salita, l’ennesima, in una stagione storta. Inutile riprendersela con la sfortuna, bisogna semplicemente tornare sul parquet e sfogare la rabbia agonistica per riagguantare questa serie, ancora apertissima e lunga, con la speranza che sia Biella in caso a battere Rieti e non qualche fischio al limite.

4,769 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Basket