Connect with us

Atletica

Atletica, il settore giovanile dei record: la scuola di atletica che sforna talenti

Atletica, il settore giovanile dei record: la scuola di atletica che sforna talenti

Nell’anno del Covid non sono mancate le vittorie per l’Atletica Studentesca Rieti Andrea Milardi, non solo nei campionati ma anche vittorie e rivalse per la scuola di atletica. La “cantera” rosso blu che tanti talenti ha sfornato nei 45 anni di attività della società, quest’anno non si è fermata davanti al Covid, riscrivendo numeri da record anche nelle presenze. Tanti i ragazzi che quest’anno hanno scelto l’atletica che è stata tra i pochissimi sport a non essere toccato dalle nuove regole ferree del DPCM. Motivo di orgoglio aver portato avanti le attività per tutta la società, dal presidente Giuliano Casciani al Direttore Tecnico Alberto Milardi.

LA CANTERA – In termini calcistici, la chiameremo Cantera, perchè si la Studentesca Rieti dal Guidobaldi nei suoi 45 anni di attività, ne ha sfornati tanti di talenti. Merito del lavoro svolto dal professor Andrea Milardi, che ha sempre portato avanti l’ottimo rapporto tra sport e scuola, riversando nella pista reatina ogni anno migliaia di studenti nelle gare scolastiche da cui la Studentesca ha sempre raccolto atleti. Un binomio vincente quello tra sport e scuola in cui hanno creduto solo in altre pochissime città in Italia, così che Rieti diventasse anche per questo motivo, la capitale dell’Atletica in Italia

CAS E COVID – I centri di avviamento sportivo non si sono mai fermati, neanche le restrizioni hanno impedito l’attività al Guidobaldi che quest’anno ha visto arrivare tanti nuovi iscritti. In tanti hanno scelto l’atletica quest’anno con numeri quasi da record. Le difficoltà sono state molte, a partire dalla mancanza della struttura coperta in rifacimento e dei lavori di adeguamento per gli Europei del 2021. “E’ stato un anno difficile, ma portato a termine con successo, – le parole del direttore tecnico Alberto Milardi – non è stato facile ma c’è da fare i complimenti a tutti gli istruttori per essere riusciti a portare avanti l’attività nel rispetto dei protocolli. Una preziosa valvola di sfogo per tantissimi giovani che hanno potuto continuare a fare sport all’aria aperto in modo individuale.

IN ATTESA DEL PISTINO – Altra risorsa importante sarà la chiusura dei lavori del pistino coperto del Guidobaldi, che a breve sarà portato a termine: “Speriamo di tornare alla normalità al più presto, ma già da gennaio torniamo sul campo in attesa anche del nuovo pistino che sarà terminato a breve e potrà essere utilizzato con le dovute accortezze”.

 

 

3,612 Visite totali, 15 visite odierne

Tutto su Atletica