Connect with us

Basket

La prima contro la “sua” Npc da ex per Gianluca Della Rosa:” A Rieti ho lasciato il cuore”

Alla vigilia della “prima” di Supercoppa, parla il grande ex Gianluca Della Rosa, capitano di Pistoia

La prima contro la “sua” Npc da ex per Gianluca Della Rosa:” A Rieti ho lasciato il cuore”

Uno dei primi under in A2 nella recente storia della Npc. Arrivato in punta di piedi, con la sua voglia ed il suo talento ha contribuito e non poco ad ottenere due salvezze belle quanto importanti. Amato da tutti dentro e fuori dal campo si è poi costruito un nome nella sua Pistoia al piano di sopra, da capitano, lui che la sua città l’ha sempre amata a distanza anche quando vestiva la maglia Npc.

LA PRIMA DA EX — Dalla rivalità con Siena ai suoi interventi radiofonici con un senso dell’ironia innato. Questo è Gianluca Della Rosa che per la prima volta domani affronterà Rieti da avversario:””Fa un effetto strano ma allo stesso tempo molto piacevole – spiega Della Rosa. Da quando sono andato via non c’era mai stata occasione di incontrare la Npc. Quest’anno ho la fortuna di incontrarla parecchie volte visto il campionato e la Supercoppa. Domenica sarà una partita molto speciale per me perchè a Rieti ci ho lasciato il cuore; mi sono trovato benissimo, sono stati i miei primi anni da senior in una città che non era Pistoia. Sono stato accolto alla grande dai compagni e dalla società. Ho la speranza di ritrovare Rieti soprattutto al PalaSojourner con tutta la gente che ero abituato a vedere, così posso abbracciare tutti i tifosi che magari ora mi fischieranno ma a quel tempo mi elogiavano ed erano dalla mia parte. ”

COME CI ARRIVA PISTOIA — Pistoia è stata forse la squadra di A2 maggiormente colpita dal covid in questo precampionato; un fattore questo che ha complicato e non poco la preparazione a questo primo appuntamento ufficiale della stagione:”Ci arriviamo forse nelle peggiori condizioni – commenta Gianluca Della Rosa –  è inutile nasconderlo; siamo stati 14 giorni in quarantena, fino a venerdì. Ci siamo allenati venerdì sera in parte, perchè dobbiamo sempre aspettare i tre ragazzi che sono stati trovati positivi. Sicuramente non ci saranno alla partita. Siamo molto indietro, questi 14 giorni ci hanno spezzato la preparazione; la gara l’affronteremo al massimo come siamo abituati a fare, ma non ci focalizzeremo sul risultato bensì sul nostro gioco per misurare a che punto siamo. ”

IL PUNTO SU RIETI — Poi il punto sulla Npc:”Rieti è un’ottima squadra come lo è sempre stata in tutti questi anni. Cattani e Martini hanno sempre fatto un ottimo lavoro ci metto anche Feliciangeli che è entrato in società quando io sono andato via. Ha due grandi playmaker Sanguinetti e Tommasini, hanno ripreso Pepper che per me è straordinario; anche Taylor è molto forte, e potrebbe essere una rivelazione del campionato secondo me. In più il reparto italiani è esperto e molto forte; Stefanelli è diventato capitano e mi congratulo con lui, anche Fumagalli è un ottimo giocatore che deve però recuperare dall’infortunio. Poi coach Rossi secondo me è una certezza. Credo che farà un’ottima stagione, poi vedremo sul campo. ”

SOGNO SERIE A — Era un “bambino”( Gianluca ci concederà questa licenza poetica ndr) ai tempi in cui vestiva la maglia Npc,  ora è un uomo e sa perfettamente cosa vuole:”Noi ci poniamo l’obiettivo playoff, anche il nostro pubblico avrà molte aspettative. Sarà una stagione importante per ricreare entusiasmo in città anche se la situazione che ha colpito tutto il mondo non aiuta. Dobbiamo essere bravi noi a ricrearlo. Credo che abbiamo tutte le carte per raggiungere il playoff. Personalmente se posso dirlo, ho un sogno: tornare in A con Pistoia, è un mio sogno nel cassetto, sicuramente non lo nascondo anzi. Ci spero tanto, perchè no magari un giorno ci riusciremo, però per quest’anno credo che abbiamo altri obiettivi”.

510 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket