Connect with us

Motori

Fenici campione a Misano

Fenici campione a Misano

Francesco Maria Fenici non sbaglia e al Misano World Circuit centra il primo titolo della carriera laureandosi campione GT4 della Porsche Sports Cup Suisse in un sabato trionfale. Alla prima stagione di corse completa dopo l’esordio nel 2019 il pilota di origini reatine della FF Motorsport ha subito dominato il monomarca svizzero al volante della Porsche 718 Cayman GT4 dei Centri Porsche Ticino preparata dal team Amag First Rennsport, con la quale si era presentato da leader e da grande favorito all’ultimo atto di questo weekend forte di 7 vittorie su 8. Sul circuito romagnolo Fenici è stato ancora una volta perfetto nelle due gare sprint della GT4 Cup, vinte entrambe con il giro più veloce a suggellare il titolo e a impreziosire ulteriormente lo score di campionato, concluso con 9 successi e 1 secondo posto nelle 10 gare del calendario.

IL TITOLO — A Misano i festeggiamenti per il titolo del 30enne driver testimonial di “Autosprint” e “Auto”, già deciso a proiettarsi verso nuovi traguardi, sono stati quindi completati dalla vittoria finale ottenuta dalla pole position nella 2 Ore endurance disputata in notturna. Nell’occasione il pilota laziale si è alternato al volante della Porsche Cayman con il proprio coach driver Max Busnelli, replicando il trionfo che nella gara extra-campionato vide protagonista l’equipaggio tricolore già lo scorso anno. Fenici ha dichiarato dopo i festeggiamenti con la squadra: “Sono super contento! Per il campionato, per i progressi dimostrati sul campo e perché quest’anno è andato tutto in maniera perfetta: mai un problema alla Porsche, mai un contatto e tutto è stato gestito nel migliore dei modi in pista e fuori anche grazie all’efficacia del team e alla costante vicinanza di chi ci supporta. Pure in questo weekend non è stato tutto scontato. Ci siamo guadagnati le vittorie un passo alla volta dopo aver dovuto lavorare a lungo sull’assetto, visto che la macchina era stata utilizzata in precedenza nel Tricolore GT. La qualifica endurance è stata difficile, con 40 vetture in pista e in notturna, ma la pole venerdì non ci è sfuggita, mentre sabato è stata una giornata lunghissima. Nelle qualifiche “sprint” non eravamo ancora del tutto a posto con il setup e abbiamo apportato ulteriori modifiche per trovare la quadra ideale. A quel punto in gara 1 siamo andati a vincere dopo un bel sorpasso in zona Curvone. Le magliette celebrative di rito erano ben nascoste ma pronte e già in quel frangente abbiamo potuto festeggiare il titolo. Poi abbiamo dominato sia gara 2 sia la 2 Ore notturna, dove ho tenuto un ottimo passo e nei cambi pilota con Max è stato tutto perfetto. Poter contare sulla sua esperienza è sempre un vantaggio. Questo titolo lo condivido con tante persone e ora cercherò di godermelo, ma la nostra stagione non è finita: ci sono novità in arrivo e dovremo essere pronti a far bene lavorando già in ottica 2021”.

1,639 Visite totali, 25 visite odierne

Tutto su Motori