Connect with us

Basket

Dcpm: tetto di 200 spettatori per le gare al chiuso e Forlì alza la voce:”Difficile iniziare”

Il tetto dei 200 spettatori genera reazioni in tutta la serie A2 di basket

Dcpm: tetto di 200 spettatori per le gare al chiuso e Forlì alza la voce:”Difficile iniziare”

La situazione resta complessa e soggetta a continui mutamenti. L’ultimo dcpm ha mantenuto il limite di 200 spettatori, salvo deroghe regionali, per le gare in strutture chiuse; niente 25 o 15% dunque come le società auspicavano.

FORLI’ ALZA LA VOCE — Aspetto questo che rende piuttosto complicata l’attività. In estate infatti era stato lo stesso presidente della Lega Basciano ad indicare la via:”Senza spettatori non si gioca”. 200 presenze equivale pressoché allo zero, per società come quelle di A2, che non possono contare minimamente sui diritti tv, affidando al botteghino ed alla passione dei tifosi una buonissima parte del budget. E’ Renato Pasquali, Gm di Forlì ad alzare la voce per primo su questo punto:”Se sarà confermato – si legge in una nota – il tetto di 200 spettatori all’interno dei palasport, la nostra posizione è chiara: il campionato di A2 di basket non comincerà. Alcuni giorni fa i presidenti dei club di A2 si sono confrontati e la posizione largamente maggioritaria è che a queste condizioni non si gioca. Preferisco che il campionato sia posticipato, anche a costo di giocare tre volte alla settimana”.

INCERTEZZA — Insomma inizia ad incrinarsi la prospettiva di un campionato difficile sì ma abbastanza lineare secondo i protocolli, e la situazione contagi, attualmente in netta ascesa, non aiuta certamente. Ora bisognerà capire quali decisioni prenderà la Lega che non ha però ancora fornito risposte chiare ai club. Per ora la data di partenza del campionato resta fissata al 15 novembre, ma colpi di scena sono all’orizzonte. Nel frattempo si gioca in supercoppa, poi si vedrà.

137 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket