Connect with us

Atletica

Atletica, quattro reatini ai campionati Italiani cadetti di Forlì

Atletica, quattro reatini ai campionati Italiani cadetti di Forlì

Questa stagione e anno così travagliato è quasi agli sgoccioli con le ultime rassegne tricolori che decreteranno gli ultimi titoli Italiani messi in palio nel 2020. Nel prossimo fine settimana, spazio ai campionati Italiani cadetti che vedranno quattro reatini sulla linea di partenza con la casacca della rappresentativa laziale. Quattro atleti da seguire con il particolar modo quel Mattia Furlani che ha fatto tanto divertire nell’estate con le due migliori prestazioni Italiane stabilite nell’alto e nei 150 metri. Poi nel mezzofondo con Leonardo Di Vittorio, Ernest Mulumba e Benedetta Zanotti.

FURLANI PER LA STORIA – Mattia Furlani, atleta allenato da mamma Kathy e papà Marcello, entrambi ex atleti, andrà a Forlì per riscrivere se ce ne è ancora bisogno, la storia del salto in alto. Il giovane reatino questa estate è riuscito a superare per ben due volte il precedente primato di categoria, saltando prima a 2,08 a Rieti e poi il 5 settembre a Roma saltando 2,10, diventando il primo cadetto della storia in Italia a superare tale barriera. Salti e misure da categoria superiore, per una gara in cui il suo unico avversario sarà se stesso.

MEZZOFONDO PROTAGONISTA – Grande soddisfazione anche per il settore mezzofondo del Guidobaldi, che con Toto Panzini ha ritrovato linfa vitale. Un periodo di ricostruzione che ora sta portando i suoi frutti con ben tre atleti convocati con la rappresentativa. Leonardo Di Vittorio dopo la bella gara delle regionali, partirà nei 1200 siepi con il miglior tempo di accredito ma nessuna pressione per il giovane che dovrà fare esperienza sperando comunque nella medaglia. Nei 1000 Ernest Mulumba ha dimostrato una grande crescita nelle ultime gare, soprattutto dal punto di vista tattico, dove l’atleta che si diletta anche nella musica e negli scacchi, ha sempre “zoppicato”. Occhio ad una gara a ritmi bassi dove la progressione di Mulumba potrebbe portare gioie ai reatini. Poi c’è Benedetta Zanotti, che dopo tanti problemi lo scorso anno di infortuni, è riuscita a trovare la convocazione nei 1000 metri dove anche lei potrà giocarsi le sue carte per essere tra le migliori.

2,541 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Atletica