Connect with us

Basket

Restart del campionato di A2. Ecco cosa potrebbe accadere

Ci siamo divertiti a valutare tutte le ipotesi di restart, e le relative problematiche, per il campionato di serie A2 in attesa che i vertici chiariscano la situazione.

Restart del campionato di A2. Ecco cosa potrebbe accadere

Proviamo a fare un po’ di chiarezza, anche se non è esattamente facile, facendo un po’ di previsioni sul futuro. Attualmente tra i campionati di basket in essere, quello di serie A2 è il più semplice da portare a termine.

LA SITUAZIONE — Molte squadre hanno già completato la regular season, altre devono recuperare al massimo una partita, due nei casi più “complessi”. Rieti ad esempio deve giocare a Casale Monferrato per terminare il suo girone, una sola partita dunque da recuperare per considerare la stagione “chiusa”. Certo c’è la fase ad orologio, la novità di questa stagione, ma che nell’emergenza potrebbe essere abolita, risparmiando così la bellezza di sei giornate. Ci potrebbero essere playoff e playout, realizzabili nel giro di un mese e mezzo, anche a formula piena, sempre ipotizzando però una ripresa entro la fine del mese di aprile naturalmente.

I RITORNI DEI GIOCATORI —Certo c’è il problema dei tesseramenti e degli stranieri che complica e non poco. Chi ha scelto di andare via, il caso di Casale Monferrato ne è l’emblema( sia Roberts che Sims sono tornati negli Stati Uniti) difficilmente potrà tornare. I giocatori infatti non essendo professionisti subirebbero restrizioni superiori rispetto ad un pro. Si va verso un finale di stagione strano, sempre se ci saranno le condizioni per ripartire ovvio, ed in questo caso la sfera di cristallo è d’obbligo.

195 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket