Connect with us

Basket

Due americani a Rieti ai tempi del Coronavirus. Cannon e Raffa raccontano come è cambiata la loro vita

Le storie e le giornate dei due Usa in forza alla Zeus Npc ai tempi del coronavirus

Due americani a Rieti ai tempi del Coronavirus. Cannon e Raffa raccontano come è cambiata la loro vita

Storie che si intrecciano ai tempi del Coronavirus. Tante, forse troppe ma che meritano di essere raccontate. Naturalmente noi mettiamo sotto la lente di ingrandimento tutto ciò che riguarda lo sport, fermo ormai da oltre due settimane ed in attesa di sapere se e quando i campionati riprenderanno. Loro,  gli sportivi, sicuramente non abituati a questi periodi di stand by forzato, forse sono l’emblema di questo strano periodo storico che tutta l’Italia sta vivendo. Interessante per quanto riguarda il basket il discorso relativo agli stranieri. In molti, soprattutto al piano di sopra, hanno già fatto le valige e sono tornati in patria; nei giorni scorsi abbiamo documentato vari casi di “fughe” come quella di David Logan o Upshwaw di Reggio Emilia. Altri invece sono stati “rispediti” al mittente con il permesso dei relativi club. Ed i nostri Usa invece cosa fanno? Come vivono questo momento e soprattutto come passano le giornate in questo periodo di stop forzato? Lo abbiamo chiesto sia a Jalen Cannon che ad Anthony Raffa americani in forza alla Zeus Npc.

CANNON SI RACCONTA — Il primo a rispondere è Jalen Cannon:” E’ una situazione dura – spiega il prodotto della St. Francis University – un qualcosa che non avevo mai provato specialmente lontano dalla mia famiglia ma credo che sia qualcosa che tutto il paese possa superare insieme. All’inizio ho avuto un po’ di paura poi però leggendo ho capito molto cose , e mi sento un po’ più sicuro, anche se sono ancora un po’ spaventato. Sono sincero,  qualche settimana fa ho pensato che saremmo potuti tornare a casa ma dopo mi sono detto che questo è il mio lavoro e devo vedere ciò che la Lega ha intenzione di fare. Come vivo? Come faccio nella normalità solamente senza basket e vita sociale fuori casa:  mi alzo, mangio, faccio qualche esercizio a corpo libero, esco fuori dal balcone e leggo. Vado al supermercato se ho bisogno, cucino e faccio lo stesso il giorno dopo.Il mio primo pensiero al mattino è di pregare perchè tutto questo rallenti. Mentalmente è difficile ma mi è già successo prima di stare 4 mesi senza basket, quando mi sono diplomato al college ed ho subito un intervento al polso; questo non mi ha dato la possibilità di giocare così tanto tempo. E’ dura ma ne verrò fuori, ne verremo fuori.”

ANTHONY RAFFA — Tocca ora all’ultimo arrivo in casa Zeus, Anthony Raffa subentrato a metà stagione a Brown: È una situazione veramente strana – sottolinea Raffa –  non ho mai vissuto nulla di simile nella mia vita. Ma mi sto adattando giorno dopo giorno anche se è veramente dura perché non c’è letteralmente nulla da fare. In realtà non sono spaventato, l’unica cosa che mi preoccupa è che sono in un paese straniero e non so cosa succederà in futuro. Come sto vivendo? (ride ndr) Mi alleno nel mio appartamento, mangio e vedo film tutta la notte, e ascolto la musica, vedo le news per leggere ciò che succede nel paese e in tutto il resto del mondo. Il mio primo pensiero quando mi sveglio è andare online e ricercare notizie sul coronavirus specialmente in Italia per vedere come è la situazione. Ogni giorno  sembra sempre peggiore con un maggior numero di infettati che è un grande problema per tutto il paese. È molto difficile non allenarsi e non giocare… Dicono che non possiamo muoverci fino al 3 Aprile ma chi lo sa che cosa sta succedendo, non si sa… Vorrei avere più informazioni sul basket ma siamo tutti coinvolti in questa situazione, ed in questo momento è molto più importante la salute e la vita delle persone.  Nel mio tempo libero di solito vado tutti i giorni dal fruttivendolo così per uscire un po’ da casa, ma oltre a questo mi siedo alla mia scrivania, guardo le montagne, guardo i film, mi tengo impegnato ma non è semplice”.

759 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket