Connect with us

Varie

Il Rieti a Potenza senza Russo e Kalombo. Ma Beni non cambia modulo: 3-5-2. I nuovi numeri: Persano la 32, Fiumara la 15

Il Rieti a Potenza senza Russo e Kalombo. Ma Beni non cambia modulo: 3-5-2. I nuovi numeri: Persano la 32, Fiumara la 15

Fatta eccezione per Kalombo, alle prese con un leggero fastidio muscolare, gli acquisti di gennaio del Rieti sono stati tutti convocati per la trasferta di Potenza (domani ore 15) dove la formazione di Roberto Beni tenterà di ritrovare una vittoria esterna che manca ormai all’appello dal 27 ottobre: Cavese-Rieti 0-2.

OUT ANCHE RUSSO — Ma forse in questo momento, più che Kalombo, l’assenza che potrebbe fare la differenza nell’undici titolare amarantoceleste è quella di Raffaele Russo: il “motorino” partenopeo è fermo da metà settimana, soffre per una contrattura ai flessori della coscia sinistra che lo hanno costretto a fermarsi ai box e oggi non sarà della partita. Ma Beni, nonostante tutto, non ha assolutamente intenzione di modificare l’atteggiamento tattico della squadra.

SEMPRE 3-5-2 — E ieri mattina, durante la rifinitura, ha insistito molto su quel 3-5-2 che da qualche partita ormai, sembra essere il modulo che più s’addice alle caratteristiche tecniche dei suoi calciatori. Lì davanti, a fare reparto con De Sarlo, toccherà a uno tra De Paoli e Persano: il primo parte favorito, soprattutto dopo aver preso coscienza del fatto di poter concludere la stagione a Rieti. Per la punta leccese, invece, spazio nella ripresa al posto di uno dei due. Sulla mediana si riparte dalle certezze acquisite sette giorni fa contro la Casertana: Zanchi e Tiraferri sugli esterni, Tirelli e Serena mezzali, Zampa in regìa a dispensare palloni. E la difesa che agirà davanti a Merelli – che ormai nelle gerarchie di Beni ha scavalcato sia Addario, che Pegorin (quest’ultimo rimasto nonostante le richieste da Andria e Avezzano) – ruoterà intorno all’esperienza di Aquilanti e si completerà con Celli alla sua destra e Mirko Esposito a sinistra. Solo panchina, almeno inizialmente, per Granata che da venerdì è a tutti gli effetti un calciatore di proprierà del Rieti.

MERCATO DI SACRIFICIO — Infine, nonostante il perdurare del silenzio stampa, ieri la società ha diramato una nota di fine mercato nella quale sottolinea che “al di là delle difficoltà e i sacrifici, tutti hanno lavorato al meglio per consegnare a Beni una rosa di calciatori in grado di lottare per la salvezza”.

NUMERI DI MAGLIA — Per i nuovi arrivati, la mattinata odierna è stata l’occasione non solo per conoscere il gruppo, lo staff tecnico e l’ambiente, ma anche per scegliere i rispettivi numeri di maglia: Fiumara ha preso la 15 “liberata” da Beleck, bomber Persano – nel segno della tradizione degli ultimi anni – ha deciso di indossare la 32 che fu di Marcheggiani, mentre lo “juventino” Morrone ha preferito la 21, Rasi ha preso la 28 e Kalombo la 23.

3,179 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Varie