Connect with us

Calcio

Rieti, prima il closing, poi l’allenatore. Per ora squadra a Pezzotti. Preoccupa Tirelli

Rieti, prima il closing, poi l’allenatore. Per ora squadra a Pezzotti. Preoccupa Tirelli

Prima il closing, poi la scelta del nuovo allenatore. Settimana campale, quella appena iniziata, per il futuro del Rieti, che dopo il pareggio di Teramo maturato sabato nell’anticipo dell’ottava giornata, deve concentrarsi su altre questioni.

DUE CORDATE — Closing dicevamo, perché di questo si tratta. Curci ha sul tavolo due offerte ben distinte: quella della cordata rappresentata dal broker Cristiano Leonardi e quella che fa capo a Tonino De Sarlo, l’imprenditore campano padre dell’attaccante amarantoceleste Pasquale De Sarlo, che insieme ad altri due professionisti salernitani vorrebbero investire sul territorio locale mettendo mano anche sulle infrastrutture sportive presenti intorno allo stadio.

MERCOLEDI’ SI DECIDE — Le firme, salvo ulteriori lungaggini burocratiche, dovrebbero arrivare tra mercoledì e giovedì ed in quell’occasione – con ogni probabilità – si conoscerà anche il nome del nuovo allenatore, quello che erediterà la squadra guidata finora da Alberto Mariani, attualmente affidata alle “cure” di Lorenzo Pezzotti, bravo ad uscire da Teramo imbattuto. I nomi che circolano sono sempre gli stessi: Capuano, Torrente, Negro e, decisamente più staccato dagli altri, Maurizi. Tutto sembra propendere per la scelta del “Mini One” che sia in un caso, che nell’altro, ha tanti punti in comune con le due cordate.

TIRELLI IN FORSE — Tornando invece alle questioni di campo, da verificare le condizioni di Tirelli, uscito malconcio dalla trasferta di Teramo: si sospetta uno stiramento che potrebbe tenerlo fuori per una decina di giorni, ma solo dopo gli esami strumentali previsti per oggi si saprà bene sia l’entità dell’infortunio, che i tempi di recupero.

4,239 Visite totali, 25 visite odierne

Tutto su Calcio