Connect with us

Calcio

Rieti imbattuto a Teramo: apre Cianci, pareggia Marcheggiani su punizione (1-1). Pezzotti soddisfatto: “Spirito giusto”

Rieti imbattuto a Teramo: apre Cianci, pareggia Marcheggiani su punizione (1-1). Pezzotti soddisfatto: “Spirito giusto”

Secondo punto stagionale per il Rieti che nell’anticipo dell’ottava giornata del girone C pareggia 1-1 sul campo del Teramo. Al “Bonolis”, con Tirelli out per infortunio dopo 20′, succede tutto nella ripresa: apre Cianci che realizza da due passi col pallone che finisce sotto le gambe di Pegorin – non impeccabile nella situazione – la pareggia Marcheggiani ad una manciata di minuti dallo scadere con un destro su punizione “viziato” dall’errore della barriera che si apre beffando Tomei. Nel finale decisivo proprio Pegorin che si allunga su una conclusione insidiosa di Bombagi e salva il risultato.

CAMBI AZZECCATI — Ma il vero protagonista della serata è senza ombra di dubbio il tecnico reatino Lorenzo Pezzotti – all’esordio sulla panchina amarantoceleste in attesa che la società nomini un nuovo allenatore – che dopo essere andato sotto, legge la gara nella maniera più appropriata, azzecca tutti i cambi e nella mezz’ora finale il Rieti confeziona tre palle-gol oltre alla “perla” del bomber reatino, uscendo addirittura tra gli applausi dei tifosi del Teramo.

PEZZOTTI RIDE — “Una volta andati sotto – commenta Pezzotti in sala stampa – avevo paura di prendere il secondo e allora ho deciso di alzare la squadra, di guadagnare metri in ampiezza e questo atteggiamento ci ha consentito di tenere a bada il Teramo, di limitarli laddove loro ci avevano creato i problemi maggiori e prima del gol di Francesco ci siamo andati vicini prima con Marino, poi proprio con Marcheggiani. Il rigore? A me è sembrato che il tocco fosse con la mano in area, però ora inutile recriminare, godiamoci questo punto e guardiamo avanti. Questa è una squadra che sta attraversando un momento delicato, personalmente sto qui a tempo in attesa che la società nomini giustamente un allenatore più esperto di me, ma stasera anche se avessimo perso 1-0 non avrei avuto nulla da dire perché l’atteggiamento in campo è stato quello che volevo”.

MARCHEGGIANI, E 4! — Quinto gol stagionale, il quarto in campionato, Francesco Marcheggiani è sempre più il punto di riferimento, il faro di una squadra che se ritrova serenità e risultati, può capitalizzare meglio i suoi centri. “E’ stata una partita dai due volti, primo tempo equilibrato, poi nella ripresa loro hanno trovato subito il vantaggio e la situazione si è complicata, ma a noi il merito di non aver mollato, di aver continuato a giocare e il pareggio credo sia più che meritato”.

IL TABELLINO DEL MATCH:

TERAMO(4-3-1-2): Tomei 5,5, Cancellotti 6, Cristini 5,5,  Piacentini 5,5, Tentardini 5,5; Santoro 6, Arrigoni 6, Mungo 6,5(74’ Lasik sv); Bombagi 6(83’ Costa Ferreira sv); Magnaghi 5,5, Cianci 6,5 (63’ Martignago 5,5). A disp.: Valentini, Lewandowski, Florio, Iotti, Ilari, Cappa, Birligea, Di Matteo, Viero.   Indisponibili : Minelli e Soprano. All.: Tedino 5,5.

RIETI (5-3-2): Pegorin 5, Aquilanti 6, Gigli 6, Granata 5,5 (58’ De Paoli 6,5); Tiraferri 6, Tirelli sv (19’ Marino 6), Palma 5,5, Zampa 5,5, Zanchi 6; Beleck 5,5, Marcheggiani 6,5. A disp. Addario, Lazzari, Diallo, Arcaleni, Esposito, Sette, Bellopede, Del Regno, Poddie, De Sarlo. All. Pezzotti 6,5.

ARBITRO: Mario Saia di Palermo 6,5(Pappagallo- Pedone).

MARCATORI: 49’ Cianci (T), 86’ Marcheggiani (R).

NOTE: ammoniti Cianci (T), Magnaghi (T), Granata (R), Cancellotti (T)

3,493 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio