Connect with us

Calcio

Il Rieti ci (ri)prova, ma Marilungo l’affonda: 3-1 per la Ternana. Mariani: “Meritavamo di più”

Il Rieti ci (ri)prova, ma Marilungo l’affonda: 3-1 per la Ternana. Mariani: “Meritavamo di più”

Marilungo apre e chiude i giochi e lo “Scopigno” incorona nuovamente la Ternana, al cospetto di un Rieti sicuramente più in palla di quello visto in Coppa, ma ancora “corto” per tenere testa a certi avversari. L’anticipo della prima giornata del girone C finisce esattamente come domenica scorsa, 3-1 per le Fere, con l’ex attaccante della Samp sugli scudi, autore di una doppietta che spiana la strada alla squadra di Gallo e manda segnali inequivocabili alle dirette concorrenti per la scalata alla B.

SUBITO SPETTACOLO. Parte meglio il Rieti, che sembra approcciare alla gara con un piglio diverso rispetto a domenica scorsa, ma è la Ternana, all’11’ a trovare subito il gol: Ferrante da destra la mette in area, Pegorin smanaccia, la sfera arriva sul sinistro di Mammarella che nel tentativo di battere a rete si trasforma in assist-man per Marilungo che da due passi realizza (0-1). Sull’onda dell’entusiasmo e la spinta dei quasi tremila tifosi giunti direttamente da Terni, la formazione di Gallo raddoppia: è il 18’ quando Russo, nell’intento di scodellare la palla in mezzo, trasforma la rovesciata nell’ennesimo gol-gioiello, da far invidia a quello di Salzano di domenica scorsa in Coppa.

GARA RIAPERTA. La risposta del Rieti è affidata Gondo, che al 24’ conclude di testa sopra la traversa, mentre al 29’ rimette in corsa i padroni di casa: lanciato in porta da un filtrante di Palma, difende il pallone col corpo e di destro fulmina Iannarilli. Sul finire di tempo, ancora Ternana vicina al gol, ma Pegorin si distende sulla sua sinistra e disinnesca il destro perfido di Marilungo.

MARILUNGO LA CHIUDE — Nella ripresa, più Ternana che Rieti, ritmi decisamente bassi e alla prima ripartenza utile, la formazione di Gallo al 20’ va ancora a segno con Marilungo che apre il piattone destro e piazza la sfera nell’angolino basso. Iannarilli al 28’ chiude al porta a Zanchi e nel finale la generosità del Rieti fa il paio con quella dei tifosi della Ternana che onorano la memoria del 24 agosto con uno striscione di vicinanza agli abitanti di Amatrice, colpiti tre anni fa dal terremoto che causò oltre 300 morti.

SPOGLIATOI — Un 3-1 “fotocopia” di quello di Coppa, almeno nel punteggio, perché in campo si è visto un Rieti meno remissivo, meno timoroso, capace di reagire all’uno-due della Ternana e rimanere dentro la partita fino al tris di Marilungo. Mariani la analizzerà a fondo, per cercare di affinare l’aspetto tattico, in attesa però degli ultimi rinforzi con una settimana abbondante a disposizione per operare sul mercato che chiude il 2 settembre.

MARIANI ELOGIA — “Non possiamo rimproverare nulla ai ragazzi- ammette Mariani – hanno dato tutto quello che avevano, ma non è bastato. Li abbiamo pressati in ogni zona del campo, abbiamo palleggiato e dopo esserci rimessi in carreggiata ci siamo fatti trovare impreparati sul gol del 3-1 nonostante fossimo entrati ad inizio ripresa con la consapevolezza di potercela fare. Il colpo di testa di Zanchi poteva darci una spinta in più, ma il cuore dei ragazzi mi sembra assolutamente non in discussione e non credo di esagerare se dico che nel computo complessivo, tra Coppa e campionato abbiamo raccolto meno di quello che meritavamo. Mercato? E’ vero, siamo corti in rosa, i giovani debbono ancora crescere, ma io continuerò a lavorare con quello che ho a disposizione, quello che arriverà lo vedremo in settimana, ma il mio compito è andare avanti”.

PAROLA DI CAPITANO — Mariani non si nasconde, ma la stessa cosa fa capitan Gigli, che oltre ad affermare che “l’intesa con Aquilanti cresce di giorno in giorno” ribadisce quanto detto alla vigilia. “Resterò a Rieti e spero di meritare ancora gli applausi dei nostri tifosi”.

GALLO IN AGRODOLCE — Gallo invece, si gode i primi tre punti della stagione, anche se nella disamina complessiva riesce a trovare anche la pecca di giornata. “Non mi soddisfa la situazione del gol subìto perché era la quarta volta che il Rieti provava quella giocata: Sini si è girato dalla parte sbagliata su una lettura facile ed abbiamo rimesso in corsa gli avversari. Poi la Ternana ha mostrato qualità e siamo riusciti a chiuderla. Marilungo? E’ stato bravo come tutti gli attaccanti che hanno giocato perché hanno fatto quello che gli avevo chiesto, ovvero riempire l’area di rigore”.

IL TABELLINO DEL MATCH

RIETI-TERNANA 1-3 (p.t. 1-2)

RIETI (4-3-1-2): Pegorin 4,5; Tiraferri 5 Aquilanti 6 Gigli 5,5 Zanchi 6,5; Marchi 5,5 Palma 6 (32’ st De Paoli s.v.) Guiebre 5; Tirelli 6; Marcheggiani 5 Gondo 6,5 (25’ st De Sarlo s.v.). A disp.: Addario, Lazzari, Granata, Sette, Marino, Bellopede, Del Regno, Poddie, Bartolotta. All.: Mariani 6.

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli 6; Nesta 6,5 (15’ st Paghera 6,5) Sini 6,5 Russo 7 Mammarella 6,5; Defendi 6 Proietti 6 Salzano 6; Furlan 6,5 (25’ st Partipilo s.v.); Marilungo 8 (25’ st Torromino s.v.) Ferrante (34’ st Bergamelli s.v.). A disp.: Tozzo, Palumbo, Vantaggiato, Argento, Mucciante, Onesti, Niosi. All.: Gallo.

ARBITRO: Colombo di Como 6,5 (Somma-D’Apice).

MARCATORI: 11’ e 18’ st Marilungo, 19’ Russo, 29’ Gondo

AMMONITI: Tiraferri, Guiebre, Gondo, Gigli, Marchi, Tirelli (R), Ferrante, Partipilo (T).

NOTE: spettatori paganti 2893 di cui 220 abbonati e 2265 ospiti. Incasso 30.733,60 euro. Angoli 4-2 per il Rieti. Recupero: 0’ pt e 4’ st.

5,924 Visite totali, 10 visite odierne

Tutto su Calcio