Connect with us

Basket

Tomasini saluta la Zeus Npc: “Difficile spiegare cosa è stata Rieti per me”

Tomasini saluta la Zeus Npc: “Difficile spiegare cosa è stata Rieti per me”

I tifosi della Zeus attendevano notizie sul futuro di Simone Tomasini. L’esterno, che ha appena chiuso la sua prima stagione in amarantoceleste, ha chiarito la sua posizione direttamente attraverso un post su Instagram. Per lui sarà addio dopo una stagione, un addio comunicato con un messaggio lungo e toccante.

LE PAROLE DI TOMASINI— Nella foto caricata su Instagram si vede proprio Tomasini sotto la curva salutare, poi un lungo messaggio: “Eccoci qua, è arrivato il momento dei saluti. Spiegare cosa sia stata Rieti per me non è facile. Un anno fa ho deciso di seguire l’istinto perché volevo provare il brivido di giocare al PalaSojourner ed esserne protagonista. Fin dal primo giorno mi sono sentito a casa e questo è grazie a tutte le persone di Rieti, alla società, alla squadra e allo staff. Tutto questo perché la NPC è davvero una grande Famiglia. Ho passato un anno emozionante, pieno di gioie e tante soddisfazioni. Abbiamo costruito tutti insieme un percorso fantastico e abbiamo cercato di realizzare il nostro sogno più grande. Oggi però quell’istinto che mi portò a Rieti mi porta a fare una scelta diversa.Ho bisogno di intraprendere un percorso nuovo. Non chiedo di capirmi, ma di supportarmi perché avrò sempre bisogno del vostro tifo. Non immaginate quanto mi dispiaccia lasciare Rieti e la sua gente, ma credo sia giusto così. Grazie a Peppe che avrebbe voluto tenermi ad ogni costo e che spero abbia capito le mie motivazioni. Grazie a Gianluca e Ale che mi hanno dato fin da subito fiducia, supportandomi anche e soprattutto quando ho fatto male o quando non ero al top della mia forma. Ma soprattutto GRAZIE a tutti i tifosi. Grazie a tutto il palazzo.
Vi porterò sempre con me. Rieti per me non sarà mai un posto come gli altri, sarà per sempre nel mio cuore e sarà sempre un po’ anche casa mia.
In bocca al lupo, Ragazzi. Forza Rieti, Forza NPC. DAJE MO”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Eccoci qua, è arrivato il momento dei saluti. Spiegare cosa sia stata Rieti per me non è facile. Un anno fa ho deciso di seguire l’istinto perché volevo provare il brivido di giocare al PalaSojourner ed esserne protagonista. Fin dal primo giorno mi sono sentito a casa e questo è grazie a tutte le persone di Rieti, alla società, alla squadra e allo staff. Tutto questo perché la NPC è davvero una grande Famiglia. Ho passato un anno emozionante, pieno di gioie e tante soddisfazioni. Abbiamo costruito tutti insieme un percorso fantastico e abbiamo cercato di realizzare il nostro sogno più grande. Oggi però quell’istinto che mi portò a Rieti mi porta a fare una scelta diversa. Ho bisogno di intraprendere un percorso nuovo. Non chiedo di capirmi, ma di supportarmi perché avrò sempre bisogno del vostro tifo. Non immaginate quanto mi dispiaccia lasciare Rieti e la sua gente, ma credo sia giusto così. Grazie a Peppe che avrebbe voluto tenermi ad ogni costo e che spero abbia capito le mie motivazioni. Grazie a Gianluca e Ale che mi hanno dato fin da subito fiducia, supportandomi anche e soprattutto quando ho fatto male o quando non ero al top della mia forma. Ma soprattutto GRAZIE a tutti i tifosi. Grazie a tutto il palazzo. Vi porterò sempre con me. Rieti per me non sarà mai un posto come gli altri, sarà per sempre nel mio cuore e sarà sempre un po’ anche casa mia. In bocca al lupo, Ragazzi. Forza Rieti, Forza NPC. DAJE MO. 🔴🔵

Un post condiviso da Simone (@simonetomasini) in data:

 

 

4,730 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Basket