Connect with us

Basket

Il ko di Treviglio costa il terzo posto. La testa però è già ai playoff

ko agrodolce che costa il terzo posto ma non la parte alta della griglia playoff. Al primo turno c’è Forlì col fattore campo a favore

Il ko di Treviglio costa il terzo posto. La testa però è già ai playoff

Non è arrivato il successo a Treviglio e nemmeno il terzo posto, che per quanto prodotto in questa stagione da Rieti, sarebbe stato un piazzamento più che meritato. La Zeus ha confermato tutte le difficoltà in trasferta, soprattutto a livello di tenuta.

MANCATA LA PANCHINA — Eppure la partenza era stata ottima, con percentuali clamorose dalla lunga distanza e la difesa che sembrava tornata quella di un tempo. Come spesso accade però lontano dal PalaSojourner, è stata la panchina a mancare. La miseria di 7 punti ( contro i 14 prodotti da quella di Treviglio ndr) tra i vari Casini, Carenza, Bonacini, Conti e Nikolic. Troppo pochi per sperare di portare a casa punti da un campo difficile come il PalaFacchetti. Indicazioni positive comunque ci sono state. Si è rivista la difesa dei bei tempi, un aspetto questo che fa davvero ben sperare in vista dei playoff. Un netto passo indietro nel rendimento lo ha fatto in regia Antino Jackson che non ha saputo replicare la gara ottima contro Agrigento. E’ un rookie, e ci sta.

PLAYOFF AL PRIMO TURNO — Anche Jones, dopo averne piazzati 12 nel primo quarto con 4 su 5 dalla lunga distanza, si è perso tra le pieghe del match producendo la miseria di 4 punti nei restanti 3 quarti di gioco. Rieti è stata tenuta a galla dalla coppia Toscano – Tomasini tornati su ottimi standard di rendimento offensivi. Sconfitta però resa meno amara dalla vittoria di Biella che ha regalato comunque il piazzamento nella parte alta della griglia playoff. Di fronte c’è Forlì, una delle grandi “deluse” del girone est; squadra piena di campioni ma che ha faticato a trovare la chimica. Importante sarà avere il fattore campo, aspetto questo da non sottovalutare considerando il rendimento esterno degli ultimi due mesi. Si parte domenica 28, ci vorrà il fattore PalaSojourner per un match che si presenta davvero complicato.

 

326 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket