Connect with us

Basket

Un successo con la Leonis per la qualificazione matematica ai playoff. Dubbio Tomasini

Se Rieti batte la Leonis si qualifica matematicamente ai playoff, occhio al ritorno dell’ex Nunzi

Un successo con la Leonis per la qualificazione matematica ai playoff. Dubbio Tomasini

Ritrovare la difesa, quella vera, quella che ha fatto davvero la differenza quest’anno permettendo a Rieti di arrivare a ridosso delle prime posizioni. Nell’ultimo mese, tolto il quarto periodo contro la Virtus, è stato proprio questo l’aspetto che è davvero mancato.

LE CAUSE — Calo fisico? Piccolo down mentale dovuto ai tanti cambi di roster o semplicemente stanchezza? Difficile stabilirlo; l’unica certezza è che questa Npc per vincere non può prescindere da un’intensità e da una qualità difensiva di primissima fascia. Ne è consapevole Rossi che ieri alla ripresa del lavoro sul campo in vista del difficile match interno contro l’Eurobasket dell’ex Luciano Nunzi, ha chiesto una reazione di orgoglio e carattere alla squadra, dopo la prestazione davvero negativa contro Bergamo. In quest’ottica sarà fondamentale il recupero di Simone Tomasini, ancora alle prese coi problemi all’adduttore che ne hanno pregiudicato il rendimento nelle ultime gare.

LA MATEMATICA — Un successo per prendersi matematicamente la certezza del playoff, per una qualificazione, la prima in 4 apparizioni in serie A2, che sarebbe davvero storica per la Npc. Bisogna ritrovarsi sfruttando il fattore PalaSojourner e tutti gli stimoli che arriveranno dal ritorno a Rieti del tecnico della promozione Luciano Nunzi. Una gara piena di significati per tutti che Rieti non può permettersi di sbagliare per restare nella parte di tabellone “che conta” in post season. Match affidato a Boscolo, Nuara e Pellicani.

375 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket