Connect with us

Atletica

Atletica: Gare indoor annullate al Guidobaldi per mancata manutenzione al pistino: “Da novembre nessuna risposta dal comune”

Atletica: Gare indoor annullate al Guidobaldi per mancata manutenzione al pistino: “Da novembre nessuna risposta dal comune”

Sembra quasi una telenovela quella dell’impianto indoor dello stadio di atletica Raul Guidobaldi. Tra coperture ormai arrivate allo stremo, acqua che penetra dal suolo e riscaldamenti non funzionanti, l’Atletica Studentesca Milardi ha dovuto arrendersi nell’organizzazione delle prime gare dell’anno che si dovevano disputare sabato

L’IMPIANTO — Tra le poche strutture in Italia a possedere un impianto al coperto di oltre 80 metri, lo stadio Raul Guidobaldi ha fatto di questo sempre un punto di forza, come punto di forza era anche per l’Atletica Studentesca Milardi. E’ in dubbio che la struttura ormai decennale ha bisogno di un restyling, tra manto e copertura, e questo potrà chissà accadere prima degli Europei del 2020 a Rieti. Nel frattempo però la situazione è diventata critica e la Studentesca anche per salvaguardare gli atleti che sarebbero arrivati da fuori Rieti ha dovuto annullare le gare

BRACCIO DI FERRO? — “Da novembre non abbiamo ricevuto alcuna vera risposta” – ci fanno sapere dalla società reatina. “La situazione ormai è degenerata e dobbiamo a nostro malincuore annullare tutte le gare. Speriamo che con questo comunicato si smuova qualcosa, in un biennio dove Rieti ed il Guidobaldi diventeranno la capitale giovanile europea dell’Atletica non possiamo permetterci certi intoppi”

IL COMUNICATO

A seguito della mancata manutenzione del pistino indoor da parte del Comune di Rieti, proprietario dell’impianto, che ne aveva garantito i lavori già da fine novembre, la società Atletica Studentesca Rieti organizzatrice della manifestazione di sabato 5 gennaio 2019 (Campionati regionale Triathlon Cadetti) è costretta a rinunciare alla stessa per impraticabilità dell’impianto indoor. L’eccessivo numero di rigonfiamenti sul manto di tartan non può permettere il regolare svolgimento delle gare sul rettilineo. A questo si somma il problema di una delle due caldaie che non garantisce il riscaldamento della struttura in uno dei due padiglioni dove si dovrebbero svolgere i salti. Da tempo segnalato anche il problema di una perdita di acqua che impedisce l’ingresso da una delle due porte principali. L’impianto al coperto, vista l’inagibilità di Casal del marmo, era considerato dal Comitato regionale come un punto di riferimento al pari di Formia, quanto meno, per l’attività giovanile.

4,243 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Atletica