Connect with us

Calcio

Rieti, 4-0 al Matera, poi le dimissioni di Chéu. Closing alle porte? Panchina Moriero in pole

Rieti, 4-0 al Matera, poi le dimissioni di Chéu. Closing alle porte? Panchina Moriero in pole

Chéu vince, saluta e se ne va. Al termine dell’ultima sfida dell’anno solare 2018, il tecnico lusitano si presenta in sala stampa, fa la disamina della gara, poi prima di lasciare la poltrona prende fiato e annuncia le sue dimissioni.

L’ANNUNCIO — “Volevo comunicare che da questo momento non sono più l’allenatore del Rieti – dice, visibilmente emozionato – Sono arrivato in Italia grazie a Manthos Poulinakis, grazie a lui ho avuto la possibilità di confrontarmi con un calcio che prima di quest’estate avevo solo visto in televisione, ma essendo io un uomo di parola, ho deciso di mollare. Ringrazio i ragazzi, il mio staff (presente dinanzi a lui mentre dava l’annuncio, ndr), la tifoseria e tutta la città. Un grazie a chi ha parlato di me nel bene e nel male: questa è stata un’esperienza formativa importante. Torno in Portogallo dalla mia famiglia e auguro il bene al Rieti: se a fine stagione avrà ottenuto la salvezza – conclude Chéu – in parte sarà stato anche merito mio. Vado via lasciando a squadra a 4 punti dalla zona play off e a 4 punti dall’obiettivo fissato in estate. Grazie”. Un colpo di scena inaspettato, quello di Chéu, che evidentemente fa passare in second’ordine tutto ciò che aveva detto in avvio di conferenza stampa sullo sviluppo della gara, ma che si ricollega inevitabilmente alle dinamiche societarie da tempo in corso.

ANCHE POULINAKIS AI SALUTI — Avendo legato la sua dipartita al nome di Poulinakis, implicitamente il tecnico lusitano ha lasciato intendere che il “closing” societario è ormai questione di ore (al massimo di giorni) e che entro poco quell’85% che attualmente è in mano proprio all’imprenditore greco, (ri)tornerà in mano a Curci, che a sua volta lo “redistribuirà” con i due imprenditori – uno dei quali vicino a Lotito e che già in estate aveva fatto capolino a Rieti – che da tempo stanno lavorando sulla trattativa.

MORIERO IN POLE — Closing sì, ma ora c’è da scegliere anche il successore di Chéu. Il toto-nome già impazza ed in pole position c’è Francesco Moriero, lo scorso anno alla Sambenedettese di Fedeli, attualmente tra i più papabili su piazza. Non è da escludere però, nemmeno la candidatura di Raffaele Battisti, vice di Parlato sia lo scorso anno proprio a Rieti, che a Latina fino alla metà di ottobre. E se fosse Battisti in “nome nuovo” non è da escludere che a fargli da “chiocchia” – seppur non comparendo per ovvie ragioni di regolamento – potrebbe essere proprio il tecnico campano, che ha legato il suo passaggioa Rieti con la storica promozione in C maturata lo scorso 29 aprile.

DAL 3 GENNAIO SARA’ MERCATO — Sul fronte-mercato, invece, restano calde le piste che portano direttamente al duo Tirelli-Marcheggiani (attualmente al Cassino) e sulle tracce di Stefano Scardala, difensore centrale 37enne, di Vicovaro, altro reduce della cavalcata vincente dello scorso anno.

LA GARA —  Dato l’epilogo della giornata, passa in secondo piano anche una partita “fantasma” giocata e vinta 4-0 contro la Berretti del Matera: apre le danze Gondo al 27′ sfruttando un errore del portiere lucano, raddoppia ad inizio ripresa la formazione amarantoceleste sfruttando l’autorete goffo di De Marco (su cross di Maistro), poi Torodov per il tris e Maistro per il poker finale.

IL TABELLINO

RIETI-MATERA 4-0 (p.t. 1-0)

RIETI (4-3-2-1): Costa sv (33’st Spadini sv); Delli Carri 6, Pepe 6, Gigli 6,5, Dabo 6,5 (11’st Di Domenicantonio 6); Konate 6 (11’st Todorov 6,5), Palma 6,5, Criscuolo 6,5; Cericola 6 (34’ Xavi 6,5), Maistro 7 (33’st Demostheanous sv); Gondo 7,5. A disp: Chastre, Tommasone, Vasileiou, Gualtieri, Migliaccio, Barbini. All: Chéu 7.

MATERA (4-4-2): Fortunato 6 (41’st Marcangelo); Fiore 5,5 (27’st Monticchio sv), D’Andria 5 (11’st Colasurdo 5), Ripanto 5,5, Simonte 5,5 (27’st Telesca sv); Basta 5 (41’st Felle), Papa 5, Sarcinella 5,5, Mascioli 5; De Marco 5, Ahmetaj 5. A disp: Gorghini, Creanza.. All: Danza 6.

ARBITRO: Panettella di Bari 6,5.

MARCATORI: 27’pt Gondo (R), 16’st De Marco (aut.) (R), 22’st Todorov (R), 31’st Maistro (R).

NOTE: spettatori paganti 182, abbonati 180, per un incasso di 1383,00 euro. Ammonito Criscuolo (R). Angoli 12-0 per il Rieti. Recupero: 1’ nel pt, 3’ nel st.

5,900 Visite totali, 10 visite odierne

Tutto su Calcio