Connect with us

Serie A2

Rieti sfida Legnano, Rossi:”Dobbiamo essere pronti ad alzare l’asticella”

Tutto pronto per il match di domani tra la Npc Rieti e Legnano. Alessandro Rossi nella consueta conferenza stampa prepartita ha presentato la sfida.

Foto di: Silvia Cardi

Rieti sfida Legnano, Rossi:”Dobbiamo essere pronti ad alzare l’asticella”

Non una gara come le altre, quella che vedrà Rieti impegnata domani alle ore 18 contro Legnano. Di fronte uno dei top team di tutta la lega, che verrà al PalaSojourner a caccia di un successo esterno che manca ormai da tre turni.

ALZARE L’ASTICELLA — Una settimana intensa, con qualche acciacco, ma con la voglia di allungare la serie positiva che dura ormai da quattro turni. Servirà una partita di carattere e qualità per battere Legnano, ne è consapevole Alessandro Rossi:”Servirà una partita attenta e 40 minuti intensi – sottolinea il coach in conferenza stampa – Legnano difficilmente ha dei cali durante la partita, è una squadra molto organizzata che è riuscita nel corso del campionato a trovare gli equilibri giusti. Veniamo da un buon momento, è stata una settimana sicuramente positiva, ma dobbiamo essere pronti ad alzare l’asticella. E’ stato sicuramente confortante vincere con squadre che ci precedevano in classifica, ma non basta quello che è stato fatto per giocare alla pari con formazioni del calibro di Legnano. Mi aspetto che preparino la gara nei minimi dettagli”.

IL POST BASSO — Molto interessante il duello in post basso tra Gigli e Mosley, due dei migliori rimbalzisti di tutta la lega:”Sappiamo che i loro lunghi sono importanti – spiega Rossi – riescono a proteggere molto bene l’area ed hanno esterni con punti nella mani che possono punirti in qualsiasi momento. Temo la loro capacità di coinvolgere molto bene Mosley nel pitturato, la loro difesa e la loro capacità di correre in transizione.”

L’EX ZANELLI — Non sarà una partita qualsiasi per Alessandro Zanelli ex di turno e non amatissimo dal pubblico di casa per come è arrivato il suo addio in estate. Rossi però preferisce concentrarsi solamente sul campo:”Di Zanelli mi preoccupo principalmente dell’aspetto tecnico, il resto non può coinvolgermi. E’ un giocatore molto importante che sa esaltarsi anche in situazioni ambientali piuttosto difficili. Mi auguro che il PalaSojourner ci spinga tantissimo, ne avremo bisogno in una gara così difficile quanto importante per noi”.

 

349 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Serie A2