Connect with us

Serie A

Npc, quanti rimpianti a Biella

Aumentano i rimpianti dopo il ko esterno con Biella. Decisiva la maggiore fisicità degli esterni. Serve una rotazione in più

Npc, quanti rimpianti a Biella

Un’occasione persa, forse. Il rammarico c’è, in fondo affrontare Biella senza un giocatore come Bowers deve essere un qualcosa da sfruttare per portarsi a casa punti pesantissimi in ottica playoff.

I DETTAGLI — Così non è stato per una Rieti che ha ceduto nel finale di una gara comunque equilibrata:”Ce la siamo giocata punto a punto in un campo così difficile – spiega Claudio Tommasini a Box And One – sono mancati però i dettagli, che in una partita del genere fanno la differenza”.

LA CLASSIFICA — Le pacche sulle spalle però e le buone prestazioni non fanno classica e Rieti si ritrova nel limbo del girone Ovest, a due punti dalla zona playout, ma anche a due lunghezze dalla zona playoff. Un qualcosa che renderà i prossimi scontri diretti decisivi per la post season. E’ mancato forse il “killer instinct” nei momenti topici della partita, con una difesa capace di mettere in difficoltà Biella, ma un attacco spesso impreciso soprattutto nei possessi chiave.

LA FISICITA’ — Decisiva anche la differenza di fisicità negli esterni, con un Casini spesso in difficoltà e costretto, viste le assenze e le corte rotazioni, a giocare in un ruolo non suo. Sconfitta comunque che ci sta nell’ottica di un campionato lungo, difficile ed equilibrato. Manca ancora il definitivo salto di qualità, per giocare partite con squadre di altissima fascia, un qualcosa su cui lavorare nell’immediato. Il treno playoff sta passando, necessario coglierlo al volo.

390 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Serie A