Connect with us

Calcio

Suicidio Rieti, il Bari ringrazia e vince: apre Marcheggiani, rosso a Tirelli, decide Antenucci (1-2)

Suicidio Rieti, il Bari ringrazia e vince: apre Marcheggiani, rosso a Tirelli, decide Antenucci (1-2)

Harakiri Rieti, il Bari ringrazia e vince 2-1. I pugliesi sbancano lo Scopigno all’ultimo respiro, con un rigore di Antenucci concesso dall’arbitro al 94’ per un fallo di mano di Gigli. Ma il successo biancorosso è fortemente condizionato dall’espulsione di Tirelli al 27′ della ripresa, che ribalta completamente il match consentendo alla formazione pugliese di uscire coi tre punti dal campo.

LA CRONACA — Al 12’ apertura di Zanchi per Beleck che controlla la sfera in area, ma al momento del tiro viene chiuso da Di Cesare. Il Bari risponde al 15’ con la girata di destro di Antenucci: gol annullato per fuorigioco.
Al 33′ Sabbione atterra Tirelli, per l’arbitro è rigore: dagli undici metri Marcheggiani spiazza Frattali (1-0). Il Bari subisce il colpo e si mostra incapace di reagire in modo adeguato, chiudendo sotto la prima frazione di gioco. Anzi, in avvio di ripresa è il Rieti a sfiorare il raddoppio con una punizione di Zampa, al 7’, che fa la barba all’incrocio dei pali. Cornacchini prova a cambiare copione, modifica l’assetto tattico, ma la manovra biancorossa resta macchinosa e poco incisiva. E per annotare una conclusione nello specchio della porta bisogna arrivare al 20’, quando D’Ursi prova a sorprendere Pegorin con un destro dal limite bloccato a terra dal portiere reatino.

ROSSO INEVITABILE — Al 27’ la svolta del match: Tirelli entra scomposto su Hamlili e l’arbitro senza troppe esitazioni estrae un rosso inevitabile. La gara inevitabilmente prende una piega diversa, la formazione di Cornacchini si riversa nella metà campo avversaria e al 33’ Ferrari trova il varco giusto ristabilendo la parità. Con un uomo in meno il Rieti prova a contenere, il Bari invece preme ma con poca convinzione, fino all’episodio che decide le sorti della sfida: è il 94’ quando Gigli da terra tocca la sfera con il pugno sulla conclusione di Ferrari. L’arbitro è lì e non ha dubbi: è rigore. Antenucci, lo specialista, non sbaglia: festa Bari, psicodramma Rieti.

RIETI-BARI 1-2 (p.t. 1-0)

RIETI(3-5-2): Pegorin 6; Aquilanti 6,5 Gigli 6 Zanchi 6; M. Esposito 6 (19’ st Tiraferri 6) Palma 6 Zampa 7 Tirelli 5 Guiebre 7; Beleck 6 (31’ st Marino sv) Marcheggiani 7 (45’ st De Paoli sv). A disp.: Addario, Lazzari, Granata, Sette, Bellopede, Del Regno, Poddie, De Sarlo, Bartolotta. All.: Mariani 6,5.

BARI (3-4-1-2): Frattali 6; Sabbione 5,5 Di Cesare 6 Perrotta 5,5; Costa 6 (8’ st Corsinelli 6,5) Hamlili 6 (27’ st Awua sv) Bianco 6 Kupisz 6 (19’ st Ferrari 7); Terrani 5,5 (27’ st Floriano sv); Antenucci 6,5 Simeri 5,5 (8’ st D’Ursi 6). A disp.: Marfella, G. Esposito, Neglia, Schiavone, Berra, Scavone. All.: Cornacchini 6.

ARBITRO: Perenzoni di Rovereto 5,5 (Di Monte-Lenza).

MARCATORI: 33’pt Marcheggiani (rig.), 33’ st Ferrari, 49’ st Antenucci (rig.).

ESPULSI: al 27’st Tirelli (R) per gioco violento.

AMMONITI: Zanchi, M. Esposito, Palma (R), Terrani, Di Cesare, Ferrari (B).

NOTE: spettatori paganti 1429 di cui 244 abbonati. Incasso 11.301 euro. Angoli 4-2 per il Bari. Recupero: 0’ nel pt, 4’ nel st.

3,047 Visite totali, 15 visite odierne

Tutto su Calcio