Connect with us

Basket

Npc, per la panchina uno tra Ennio Leonzio ed Andrea Longobardi

Mercato che vive una fase di stallo. Per la panchina si scommette dalla serie B. Sul piatto proposte biennali per uno tra Leonzio e Longobardi

Foto: basketinside.com

Npc, per la panchina uno tra Ennio Leonzio ed Andrea Longobardi

Negli States lo chiamerebbero tanking, in Italia preferiamo invece definirlo “attesa fisiologica”. Il mercato della Zeus vive una fase di stallo, ma nell’aria trapela una certa serenità. Non c’è fretta, allo stato attuale i prezzi per i giocatori italiani sono alle stelle, lecito attendere con le idee piuttosto chiare.

PRONTO L’AFFONDO — Martini ha infatti individuato dei profili di giocatori idonei a costruire la futura ossatura della squadra, sopperendo agli addii di Simone Tomasini ed a quello molto probabile di Daniele Toscano. Nel fine settimana potrebbe esserci il primo affondo per un esterno già visto nel girone ovest quest’anno anche ai playoff ma sul cui nome resta assoluto riserbo. Poi si lavorerà sulle altre caselle concentrandosi infine sul mercato a stelle e strisce.

LA PANCHINA — Si lavora anche per la panchina. Casini quasi certamente saluterà dopo tre stagioni, Carenza è vicino all’addio e la Zeus è pronta a scommettere dalla B. Oltre ad Ennio Leonzio, finito sul taccuino di Martini dopo le prestazioni monstre alle finali di B, piace e non poco anche Andrea Longobardi, già a Rieti tre stagioni fa nella prima Npc di Nunzi in A2. Il giocatore ha mostrato progressi interessanti diventando un top in B con la maglia di Scauri, per questo Cattani vorrebbe puntare forte su di lui, magari mettendo sul piatto una proposta pluriennale. Sono questi due i nomi caldi per la panchina, non resta che attendere i prossimi sviluppi.

406 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Basket