Connect with us

Calcio

Il Football Rieti FD18 si presenta: “Unire le forze per ottenere maggior qualità”. Il 1° luglio via alle iscrizioni

Il Football Rieti FD18 si presenta: “Unire le forze per ottenere maggior qualità”. Il 1° luglio via alle iscrizioni

Presentata ufficialmente ieri, la nuova scuola calcio: il Football Rieti FD 18. Un’entità che, di fatto, ha visto confluire nello stesso progetto ed in una denominazione comune, le già esistenti scuole calcio di Fc Rieti e Federico Dionisi 18, prefiggendosi come obiettivo ultimo, quello di dare più qualità al movimento calcistico giovanile ed evitare dispersioni di forze ed energie.

PRESENTATO IL NUOVO ASSET — Durante la conferenza stampa, tenutasi presso il centro sportivo “Gudini”, quartier generale della scuola calcio, hanno preso la parola i due responsabili amministrativi, vale a dire Federico Dionisi e Andrea Zamporlini (assente Eusebio Dionisi, febbricitante), oltre a Simone Onesti e Gennaro Isaia, rispettivamente direttore tecnico e coordinatore delle attività sportive della scuola stessa.

TANTA PARTECIPAZIONE — Dinanzi ad una platea numerosa, di genitori interessati alla questione, sono state spiegate le linee guida della nuova entità e i motivi che hanno indotto le due realtà pre-esistenti a fondersi in un unico progetto, pur dovendo registrare l’impossibilità di accogliere più di 230 iscritti (il 1° luglio via alle iscrizioni), causa la mancanza di infrastrutture sufficientemente capienti per “sforare” quel numero.

DIONISI ASSICURA — “Ne facciamo a questo punto una questione di qualità e non di quantità – ha sottolineato Federico Dionisi, attaccante del Frosinone, promotore insieme a Zamporlini, di questa iniziativa – Purtroppo per sopperire ai costi crescenti delle infrastrutture e la mancanza di spazi ulteriori, ci siano detti: uniamo le forze e cerchiamo di non disperdere la qualità esistente tra i due gruppi. Paradossalmente – conclude Dionisi – lasciamo per strada più di cento potenziali tesserati, ma volendo vedere l’aspetto positivo della questione, diciamo che in questo modo alimenteremo altre scuole calcio esistenti sul territorio cittadino”.

“GIUDICATECI IL 30 GIUGNO” — Anche il direttore tecnico Simone Onesti, ha posto l’accento su questo aspetto ed ha chiosato: “Fidatevi di noi, del nostro lavoro, dei nostri tecnici: era da tempo che con Gennaro Isaia volevamo arrivare ad un progetto simile, ora si sono create le condizioni e lo abbiamo portato avanti. Inizialmente sarà impegnativo, ma quello che posso chiedere a voi genitori è una cosa, giudicateci il 30 giugno prossimo, non prima. Non ve ne pentirete”.

MURI DA ABBATTERE — E’ chiaro però che, almeno inizialmente, ci sarà da abbattere una serie di muri, in primis quello della novità, che non a tutti piace, ma che attraverso la passione e la dedizione di un calciatore affermato come Federico Dionisi, pian piano può diventare un importante punto di partenza.

2,435 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio