Connect with us

Giovanili

Finali scudetto Under16: è la Lemen Volley Bergamo a trionfare al PalaSojourner

Finali scudetto Under16: è la Lemen Volley Bergamo a trionfare al PalaSojourner

È la festa di Bergamo, il grande sogno inaspettato che diventa realtà. La Lemen Volley è campione d’Italia Under 16 femminile per la prima volta nella sua storia, al termine di una finale ricca di emozioni contro il Volley Academy Sassuolo, giocata al PalaSojourner di Rieti alla presenza di 2 mila persone sugli spalti. Le lombarde del tecnico Malinov hanno battuto 3-1 la formazione emiliana, in rimonta, dopo aver perso il primo set. A differenza di quasi tutte le big arrivate nella seconda fase, le ragazze della Lemen sono arrivate 3° nel campionato regionale, hanno vinto il girone di qualificazione e poi si sono cucite sul petto lo scudetto più ambito. Una favola da copertina.  Al terzo posto il Volleyrò Casal de’ Pazzi campione uscente, che ha superato 3-1 l’Imoco Volley San Donà nella finalina per la medaglia di bronzo, giocata al Polo Didattico di Rieti. Al PalaSojourner si è concluso un torneo con grandi numeri: 28 squadre, 68 partite, oltre 450 atlete protagoniste tra Rieti, Amatrice, Cittaducale e Contigliano.

LA CRONACA – Sassuolo approccia meglio la finale e impone subito un ritmo decisivo all’incontro. Menecozzi in palleggio, Zojzi opposto, Gardini e Orlandi schiacciatrici, Nicolini e Guzin al centro e Barbero libero dominano la partita nei primi scambi. Bergamo risponde con Emma Malinov e Felappi sulla diagonale, Michela Malinov e Severgnini a banda, Capelli-Banfi centrali e Caslini libero. Le neroverdi sono perfette in ricezione, incisive in attacco e concentrate in difesa. Menecozzi in regia comanda il gioco e Zojzi sulla diagonale attacca su percentuali altissime. Il parziale non lascia discussioni: 25-15. Nel secondo set la reazione di Bergamo è straordinaria: 4-0 di parziale, poi 8-1 e Di Toma è costretto a chiamare subito due time out. Le gemelle Malinov, sorelle di Ofelia (la palleggiatrice della Nazionale di Mazzanti) iniziano a crescere di rendimento: Emma in palleggio, Michela, la capitana, schiacciatrice. In contemporanea sale in cattedra anche Sofia Felappi (eletta MVP dell’intero torneo) che nonostante qualche errore di troppo al servizio trova sempre le traiettorie vincenti in attacco. Sassuolo però non molla di un centimetro e approfitta di qualche disattenzione delle avversarie per rientrare in partita. Il pari arriva sul 19-19. La rimonta si esaurisce però grazie alla ritrovata verve offensiva di Malinov e compagne che la chiudono sul 21-25. Nel terzo set è equilibrio totale: la sfida è appassionante, punto a punto, fino al 20-20. Poi Felappi si carica le compagne sulle spalle e diventa straordinaria in attacco: finisce 22-25. Nel quarto set entrambe le formazioni crescono a muro, ma Sassuolo si fa preferire per varietà di giocate e capacità di gestione dei momenti in cui la palla scotta di più. La gara sembra indicare un prossimo tie break, ma la Lemen è straordinaria per capacità di soffrire e di ribattere colpo su colpo. Le orobiche sopperiscono alla maggiore fisicità di Sassuolo – che nel quarto set inserisce anche Antropova – con tecnica e intelligenza tattica. Gardini si fa alzare tutti i palloni più complessi e li risolve bene, ma Bergamo ha la classica marcia in più e va a vincere il set – e uno straordinario scudetto – con il risultato di 3-1.

 

 

LE DICHIARAZIONI – “È stata una grande festa della pallavolo giovanile – ha spiegato Claudio Martinelli, presidente FIPAV Roma – ringrazio tutte le società di Rieti e provincia che hanno reso possibile la manifestazione, le 28 formazioni che hanno regalato uno spettacolo senza precedenti in questa settimana di gare, le autorità e i partner. Rieti sarà città dello sport nel 2020 e da oggi diciamo con fierezza che sarà sempre di più anche la città della pallavolo”. “Abbiamo iniziato questo torneo ad Amatrice – ha aggiunto Andrea Burlandi, presidente FIPAV Lazio – per dare un forte segnale di solidarietà e vicinanza alle popolazioni duramente colpite dal sisma di 3 anni fa. Siamo orgogliosi del sostegno ricevuto da Regione Lazio, Provincia di Rieti e dai Comuni coinvoli. Gli impianti sono stati ristrutturati e Rieti può tornare a sognare di tornare grande nella pallavolo. È stata una vittoria di tutti”. “Questa squadra è nata in oratorio – ha dichiarato mister Malinov – abbiamo lavorato tanto per essere qui e questo è un meraviglioso sogno che si realizza. Grazie a chi ha creduto in noi e a queste meravigliose ragazze”.

 

LE AUTORITA’ – Particolarmente soddisfatto il Consigliere della Federazione Italiana Pallavolo, Gianfranco Salmaso, che ha vissuto le emozioni delle finali scudetto Under 16 femminili fin dal primo giorno. Alla finalissima di domenica 2 giugno, nel giorno in cui si celebra la Festa della Repubblica, hanno partecipato il senatore Bruno Astorre, il Consigliere della Regione Lazio Fabio Refrigeri, il delegato CONI della provincia di Rieti Luciano Pistolesi, il responsabile eventi FIPAV Lazio Luciano Cecchi, l’anima organizzativa delle finali scudetto Alessandro Fidotti, il sindaco di Rieti Antonio Cicchetti, il vice Sindaco Daniele Sinibaldi e il delegato allo sport Roberto Donati. In rappresentanza del Comune di Cittaducale il sindaco Leonardo Ranalli, l’assessore alle politiche sociali Maria Grazia Angeletti e quello allo sport Alessandro Cavallari. Insieme alla CRAI, title sponsor di tutte le finali nazionali giovanili questa competizione è stata sostenuta della Fondazione Varrone, rappresentata dal consigliere Bartolomeo Baroni durante le premiazioni, da Coldiretti Rieti, con in testa il presidente Alan Risolo e Carlo Loffreda dell’ufficio eventi, la Confcommercio Lazio Nord e Antiche Fonti di Cottorella, che ha presenziato con la responsabile marketing Matilde Pitorri. Hanno premiato le squadre dal 16° al 5° posto anche i presidenti dei Comitati Territoriali di Latina (Claudio Romano), Viterbo (Roberto Centini) e Frosinone (Luciana Mantua), il vice presidente FIPAV Lazio Fabio Camilli, il delegato FIPAV Roma per il territorio di Rieti Roberto Maiolati, i consiglieri del CR Lazio Fabrizio Mares e Pietro Colantonio e i Consiglieri del CT Roma Paola Camilletti (vice presidente), Maria Rosaria Gaito, Luca Liguori e Massimo Iacono.

2,617 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Giovanili