Connect with us

Presentate le finali nazionali femminili U16. In 28 squadre si contendono il titolo

Giovanili

Presentate le finali nazionali femminili U16. In 28 squadre si contendono il titolo

Al via da domani le finali nazionali femminili U16 di volley. Rieti torna protagonista. Questa mattina la presentazione dell’evento.

La grande pallavolo giovanile per la rinascita del territorio. È il messaggio delle finali nazionali giovanili CRAI della categoria Under 16 femminile, evento presentato questa mattina a Palazzo Dosi di Rieti, sede della Sabina Universitas, alla presenza dei rappresentanti delle amministrazioni locali, delle autorità FIPAV e di Andrea Lucchetta, campione del mondo nel 1990 con l’Italia e testimonial di questa manifestazione. “Lucky” ha giocato con oltre 200 bambini in Piazza Vittorio Emanuele II, prima di lanciare un messaggio importante arrivato al cuore di grandi e piccoli: “La pallavolo è sorriso, schiacciata e sogno. Sono le 3 “S” del Volley e i tre capisaldi su cui si fonda un evento così meravigliosamente inclusivo. Qui schiacciamo le difficoltà e guardiamo al futuro, sognando la Nazionale. Siamo felici di poter dire: il Volley è per tutti, abbraccia il territorio della provincia di Rieti e lo aiuta a rialzarsi”.

DOMANI SI PARTE — Da martedì 28 maggio a domenica 2 giugno 450 atlete provenienti da 28 società delle regioni d’Italia si confronteranno sui campi di Rieti, Cittaducale, Contigliano e Amatrice, comuni che insieme alla Regione Lazio patrocinano la manifestazione. Sarà proprio Amatrice, uno dei paesi colpiti più duramente dal sisma del 2016, a lanciare la manifestazione con la gara inaugurale di domani (Volley Club Frascati-Nuova Pallavolo Campobasso, ore 17, diretta sulla pagina Facebook FIPAV Lazio) al palazzetto dello sport di via Saturnino Muzii. “Siamo pronti per vivere l’evento più atteso – ha dichiarato un emozionato Claudio Martinelli, presidente del Comitato Territoriale FIPAV Roma-Rieti – queste finali sono una grande opportunità per tutti. Per noi organizzatori, che vogliamo accompagnare e far crescere sempre di più la passione per la pallavolo su questo territorio, per le società di base che non finiremo mai di ringraziare, per le istituzioni che hanno dimostrato sempre vicinanza a questo progetto e per le ragazze, cha avranno una vetrina nazionale per mettere in mostra le loro qualità”. Il presidente Martinelli ha voluto ringraziare personalmente Luciano Cecchi, direttore dell’evento, e Alessandro Fidotti, responsabile territorio e promozione della FIPAV Lazio e anima organizzativa delle finali.

CECCHI — “Volevamo dare un segnale – ha spiegato Cecchi – questa categoria è l’anticamera perfetta per forgiare quei talenti che faranno grande nell’immediato futuro le nostre Nazionali. Ma c’è anche un significato simbolico: la solidarietà e la vicinanza nei confronti di quelle località che hanno subito delle ferite profonde e che tutt’ora fanno fatica a rimarginarsi”. “Questo è un evento imperdibile – ha detto Fabio Refrigeri, consigliere della Regione Lazio, nel corso della conferenza stampa – siamo felici di poter sostenere questa manifestazione, a cui la Regione tiene in maniera particolare. Andiamo fieri dal lavoro fatto dalla FIPAV Lazio e dalla FIPAV Roma. Vi aspettiamo sui campi per condividere tutte le emozioni della grande pallavolo, uno sport sano e con dei capisaldi educativi unici”. Roberto Donati, delegato allo sport del Comune di Rieti – cittadina in cui si giocheranno molte delle 68 gare in programma (al Polo Didattico, Pala Cordoni, Palestra Ciancarelli e PalaSojourner per la finale del 2 giugno) – ha sottolineato l’importante eredità di queste finali: “Sono stati ristrutturati e adeguati gli impianti ed è una grande vittoria per tutti i cittadini. Sono strutture che consegneremo alla nostra comunità per far crescere ancora di più la pallavolo. Rieti è città dello sport e il Volley non poteva che avere un ruolo centrale in questo processo di crescita”. Anche Andrea Burlandi, presidente FIPAV Lazio, ha ricordato la tradizione pallavolistica della provincia di Rieti “che ha sempre avuto un ruolo prioritario nel panorama della pallavolo laziale. Faccio l’in bocca al lupo a tutte le squadre che si sfideranno per lo scudetto. Il cuore batte forte, ma il nostro obiettivo a medio e lungo termine è far sì che questo battito possa tenere in vita le straordinarie emozioni della pallavolo anche dopo l’evento. Significherebbe aver alimentato la passione di un territorio che non si è mai arreso”.

fonte: comunicato stampa

176 Visite totali, 1 visite odierne

Tutto su Giovanili