Connect with us

Calcio

Rieti, bisogna invertire la rotta: solo 2 punti in 4 gare e all’orizzonte un trittico complicato

Rieti, bisogna invertire la rotta: solo 2 punti in 4 gare e all’orizzonte un trittico complicato

Due punti in quattro gare, appena due gol messi a segno in 360′ che, al netto delle attenuanti del caso, per il Rieti è un bottino scarno che deve cominciare a far suonare i primi campanelli d’allarme. Motivo? Principalmente perché all’orizzonte c’è un trittico di impegni da far tremare i polsi: Vibonese in trasferta, Trapani allo “Scopigno” e Siracusa in terra di Sicilia, in un vero e proprio scontro diretto che anticiperà di sette giorni il derby con una Viterbese in evidente ascesa e con ancora cinque gare da recuperare.

Capuano questo lo sa e, non a caso, sta tentando di accelerare il processo di amalgama e di maturazione di un organico che, al netto di un mercato mirato ed oculato, ha portato a Rieti elementi di assoluto livello, sia tecnico, che tattico, ma che non riescono ancora ad esprimersi per quelli che sono i valori soggettivi.

E tornando alla sfida di domenica contro la Sicula Leonzio, evidente è stata la mancanza di una fluidità di manovra che, nelle intenzioni di Capuano, dovrebbe sviluppare maggiormente il gioco sulle corsie laterali, prerogativa del 3-5-2 scelto dal tecnico salernitano. Ma di tempo per recriminare ed analizzare gli eventi ce n’è davvero poco a disposizione: tra 48 ore si torna in campo, la Vibonese non è di certo l’avversario migliore da affrontare in questo momento, ma è altrettanto vero che finora il Rieti ha fatto decisamente meglio fuori casa, che non allo “Scopigno”.

2,274 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio