Connect with us

Futsal

Pietropaoli a We Are Futsal: “In questa città mi dicono che sono matto e si chiedono dove prendo i soldi. Adesso voglio lo scudetto”

Pietropaoli a We Are Futsal: “In questa città mi dicono che sono matto e si chiedono dove prendo i soldi. Adesso voglio lo scudetto”

Nello speciale We Are Futsal andato in onda ieri, tra i tanti interventi in diretta, anche quello del patron del Real Rieti Roberto Pietropaoli che, da Milano, è intevenuto togliendosi anche qualche sassolino dalle scarpe.

VITTORIA— Il primo pensiero va ovviamente alla vittoria ottenuta contro il Pesaro nella Coppa Della Divisione: “Si, sono due o tre sere che ci godiamo questo successo. Cosa voglio adesso? Adesso dobbiamo andarci a prendere lo scudetto. Credo che tutti debbano capire quali sono i loro limiti e le loro forze.  Penso che mai come quest’anno il Real Rieti ha tutte le forze e le capacità per provare a vincere il tricolore”. Un messaggio chiaro a staff, ambiente e squadra. Il numero uno amarantoceleste non si accontenta, avendo visto, come tanti altri, le potenzialità di questo Real.

SASSOLINI— Prima del termine del collegamento lo stesso Pietropaoli ha però voluto togliersi un paio di sassolini dalle scarpe, come li ha definiti lui stesso: “In questa città tutti mi danno del matto, si chiedono chissà cosa faccio o dove prendo i soldi, tutta una serie di chiacchiere brutte e pesanti anche nei confronti della mia famiglia, mentre io e mia moglie siamo qui a Milano a lavorare. A quelle persone voglio dire che se si vogliono fare qualche giro con me si renderanno conto dove sono e cosa faccio, ma io nella vita preferisco fare i fatti. Questa vittoria, condita anche da uno staff tecnico reatino, dimostra che se mi lasciano fare io regalerò a questa città gioie che nessuno ha regalato”.

8,893 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Futsal