Connect with us

Calcio

Rieti, in difesa serve cambiare registro: il versante di sinistra è il vero punto debole

Rieti, in difesa serve cambiare registro: il versante di sinistra è il vero punto debole

Rieti, la difesa continua a fare acqua da tutte le parti. Sono 25 i gol subìti finora in campionato dalla formazione amarantoceleste, il 35% dei quali arrivati dal versante di centro-sinistra dove, tra la mancanza di un terzino di assoluta affidabilità ed un Gigli non proprio performante, gli avversari spesso impostano la loro tattica offensiva riuscendo sempre (o quasi) ad ottenere il massimo della resa.

SERVONO RINFORZI — Bisogna correre ai ripari, dunque, reperire sul mercato di gennaio un uomo di fascia che sappia gestire meglio la situazione e capire se in rosa ci sia o meno, un difensore centrale attualmente più performante del capitano. Gualtieri, per esempio, ha già dimostrato la sua efficacia in marcatura, anche in gare complicate com’è stato a suo tempo il derby con la Viterbese, che peraltro rappresenta l’ultima gara vinta dal Rieti in campionato.

MIGLIORA LA MEDIANA — In casi estremi, anche la coppia Pepe-Gallifuoco ha dimostrato affiatamento e solidità, ma in questo momento il “jolly” australiano è bene tenerlo sulla mediana dove il suo apporto sta migliorando sia la prestazione di Palma (in crescita), che quella di Konate, vera sorpresa delle ultime due settimane. Va detto peraltro, che a Reggio Calabria proprio l’uscita dal campo dell’ex Perugia ha fiaccato la fase di contenimento del Rieti che, concedendo metri alla manovra granata, ha permesso ai padroni di casa di inscenare l’incredibile rimonta.

CHEU IN BILICO — Spunti tecnico-tattici sui quali, ne siamo certi, Chéu sta già lavorando per affrontare la delicata – quanto decisiva – sfida di sabato contro la Paganese, uno scontro diretto che con ogni probabilità può decidere anche il destino del portoghese stesso.

2,684 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Calcio