Connect with us

Basket

Tomasini e quegli occhi, nel post Siena, che parlano da sè.

Tomasini e quegli occhi, nel post Siena, che parlano da sè.

Quegli occhi parlano da sé. Gli occhi di chi ha appena perso una gara, forse già vinta, di chi ha dato tutto, difendendo, attaccando, prendendo rimbalzi con il fuoco negli occhi e nel cuore, lo stesso cuore che negli ultimi due anni lo ha fatto emergere dalle minors, fino al palcoscenico della A2.

CUORE E QUALITA’ — Perché quando ti chiami Simone Tomasini, nessuno ti regala niente. Lui lo sa benissimo, per questo ogni gara va oltre il limite sia tecnico che fisico, riuscendo ad essere un assoluto protagonista. Chi ama il basket non può che amare un giocatore del genere. Insieme a Toscano forma una coppia tutta cuore, sostanza e quantità. La classifica dice ancora 0 punti ma la strada è quella giusta, tutto sta a mantenere quella intensità e quel gioco visto nei primi 30 minuti.

L’APPUNTAMENTO CON LA VITTORIA — Il lavoro pagherà, la condizione fisica crescerà, anche perché, e di questo ne siamo certi, se la squadra esprimerà sempre il gioco e l’intensità vista al PalaEstra, l’appuntamento con il primo successo non tarderà ad arrivare.

12,510 Visite totali, 5 visite odierne

Tutto su Basket