Connect with us

Calcio

Intervista a Manuel Cavallari: “Momento difficile, ma non molliamo di un centimetro”.

Scandriglia primo in classifica nel girone C di Prima Categoria. Domenica però è arrivata la sconfitta, la seconda in questo campionato, sul campo dell’ultima in classifica, Poggio Mirteto, che ha complicato la corsa. Ora resta uno solo il punto di vantaggio sul Passo Corese, che ha battuto 4-0 Selci. E domenica ci sarà lo scontro diretto. Facciamo il punto con l’attaccante della A.S.D. Scandriglia, Manuel Cavallari.

Manuel, una sconfitta pesante domenica contro una squadra ultima in classifica. Cosa è successo?

“Nel primo tempo siamo scesi in campo convinti di poter portare a casa il risultato. E infatti abbiamo chiuso sull’1-0 per noi. Nella ripresa siamo tornati in campo in maniera completamente diversa, sembravamo un’altra squadra. Loro sono stati bravi a pareggiare, e poi a ribaltarla su calcio piazzato. Noi non siamo stati in grado di reagire. C’è da dire che questo non è un momento facile per noi, sono due partite che non portiamo a casa la vittoria. Forse è il momento più difficile da inizio stagione”.

Comunque, avete il miglior attacco e la miglior difesa del girone. Però Passo Corese è sempre attaccato e vi sta mettendo pressione.

“Sicuramente loro sono la migliore squadra di questo girone. Noi siamo partiti bene, grazie al gruppo siamo riusciti a mettere da parte tanti punti e ad approfittare anche di qualche passo falso degli avversari. Adesso siamo noi che abbiamo avuto qualche difficoltà, dobbiamo cercaere di tornare a fare 3 punti”.

E domenica c’è lo scontro diretto proprio con Passo Corese. Non sarà la gara decisiva, visto che ne mancheranno ancora tredici, però è uno step importante.

“E’ chiaro che la pressione è tutta per loro. Passo Corese è la squadra più forte, almeno sotto il punto di vista dell’organico. Sono loro che sin dalla vigilia erano candidati a vincere il campionato. Noi arriviamo a questa partita senza pressione, anche perché l’obiettivo di inizio campionato era la salvezza”.

Parlare di salvezza mentre siete primi in classifica non è un po’ riduttivo?

“All’inizio della stagione questo era l’obiettivo, anche perchè Scandriglia è una neo promossa. Di certo non eravamo partiti per vincere il campionato. Ovviamente, adesso siamo qui e vogliamo giocarcela fino alla fine. Non molleremo di un centrimetro. Però, ripeto, noi arriviamo allo scontro diretto di domenica senza pressione addosso”.

Per te è il primo anno a Scandriglia, hai segnato 8 goal. Come ti trovi?

“Sto molto bene qui. A prescindere dai goal, sono contento di aver dato il mio contributo. Mi sono messo a disposizione, per me è un campionato nuovo, non avevo mai giocato in Prima Categoria. Sinceramente, all’inizio avevo paura di non trovarmi a mio agio, di avere maggiori difficoltà. Invece mi sto trovando bene. Poi il gruppo è fantastico, c’è armonia. E ho scelto Scandriglia perchè c’è una società seria che ha un progetto chiaro in mente. Ho accettato subito quando mi hanno fatto la proposta”.

Di più in Calcio